venerdì 6 settembre 2013

"Now you see me": più vicini sarete, meno vedrete

Buon pomeriggio, lettori! L'estate sta per finire, e devo dire che la stagione cinematografica è trascorsa senza infamia e senza lode.
Ho così deciso di recensire uno dei film usciti durante questa estate che secondo me merita di essere visto, "NOW YOU SEE ME"

"Avvicinatevi... Perchè più credete di vedere, più sarà facile ingannarvi!"


Trama: Una squadra dell'FBI è sulle tracce di un super-team formato dai più grandi illusionisti del mondo, i quali mettono a segno una serie di rapine in banca nel corso delle proprie esibizioni.




"Now you see me" è sicuramente il mio genere di film, quindi sono entrata in sala molto curiosa e disposta a farmi sorprendere. Io adoro i film pieni di colpi di scena, oppure con un finale che lascia a bocca aperta, pensando: "Questo no, non me lo aspettavo proprio!". Non a caso, il mio film preferito è "I Soliti Sospetti" (se non l'avete visto, guardatelo!!!). E in "Now you see me" i colpi di scena non mancano. 
L'inizio del film è azzeccatissimo, e catalizza subito l'attenzione dello spettatore, grazie a un susseguirsi frenetico di numeri di magia e una caratterizzazione essenziale, ma efficace dei quattro illusionisti. Lo svolgimento è forse un po' tropppo macchinoso e veloce, a detta di alcuni, ma devo dire che, invece, l'azione è ben calibrata, non "soffoca" il film e non cerca di coprire spaventose falle nella sceneggiatura. Sapendo dell'esistenza di un colpo di scena sul finale, ho cercato fin dall'inizio di anticipare lo sceneggiatore, ma, per fortuna (dello sceneggiatore), non ci sono riuscita.
Forse il film, tirate le somme, non offre nulla di troppo originale, se non un buon background per lo svolgersi della storia (maghi, illusione, numeri di magia all'avanguardia), ma riesce a intrattenere, a sorprendere e a passare il tempo piacevolmente.
Il cast è d'eccezione, come si suol dire, e annovera tra le sue fila giovani promettenti (Jesse Eisenberg), attori alla ricerca di una "nuova giovinezza" (Woody Harrelson) e mostri sacri di Hollywood (Morgan Freeman e Michael Caine).
Sicuramente un buon film, ancora di più se paragonato a uscite estive non proprio entusiasmanti, merita assolutamente la visione, soprattutto dai fan del genere.
E, permettetemi di dire, il regista Louis Leterrier esce dal buio del tunnel in cui era sprofondato con "Scontro tra Titani" e dirige un film degno di nota. Voto: 7+


6 commenti:

  1. Questo film non mi attirava molto, ma dopo la tua recensione credo ci farò un pensierino!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardalo, credo potrebbe proprio piacerti! :)

      Elimina
  2. Già ne ero attratta, adesso voglio proprio vederlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi Miki! Sono contenta che tu sia passata!
      Buona visione! :)
      A presto!!

      Elimina
  3. Sono completamente d'accordo con te. Quando è uscito ero davvero molto curiosa e il film alla fine mi ha sorpresa piacevolmente. La pecca più grande secondo me è la scena finale, che potevano benissimo evitare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Diciamo che il finale è aperto a un possibile sequel, che hanno detto è già in cantiere e potrebbe arrivare in sala il prossimo anno (così cercheranno di perfezionare certe cose un po' in difetto in questo film: l'Occhio, per esempio)
      :)

      Elimina